La Scienza della Gestione Aziendale

Applicazione della Tecnica Lean

Applicazione della Lean e Metodo 5 esse

M ai come in questo periodo viviamo un momento di transizione. Questa transizione spaventa in quanto ci si trova di fronte a un cambiamento generale. La visione di questo cambiamento è spesso offuscata perchè il modello di pensiero che andava bene fino a qualche tempo fa, oggi non funziona più e questo è alla base delle attuali tensioni che possiamo riscontrare aprendo le pagine dei quotidiani, alla televisione o più semplicemente ascoltando i discorsi della gente al supermercato o bevendo un caffè.
Da qualsiasi parte ascolteremo lamentele sulla situazione generale, lamentele su cose che non vanno, lamentele su com’era meglio una volta.
Alla base di questo malessere generale vi è il pensiero. Il pensiero è l’arma più potente a nostra disposizione, e infatti noi siamo ciò che pensiamo. Ogniuno di noi è la risultante del proprio pensiero protratto nel tempo.

Questo vuol dire che basterebbe smettere di lamentarsi per risolvere i problemi? No di certo, quello che serve è cambiare, invertire le dinamiche del nostro modo di pensare, facile no?
Non esattamente. La velocità del pensiero supera abbondantemente quella della luce ma anche solo 100 metri al secondo sono una velocità ragguardevole per una nuova idea.

Ok, ma qual’è l’idea nuova? La nuova idea consiste nel concentrarsi sulle soluzioni. Non è possibile progredire restando ancorati ai modelli che funzionavano fino a 10 anni fa pretendendo che siano ancora validi, sarebbe come voler far funzionare un’automobile di ultima generazione con la benzina super, dopo poco si avranno i primi problemi fino alla completa degenerazione del motore.
Perchè è stato fatto questo preambolo? Non vogliamo certo fare della filosofia spicciola, si è fatto un esempio in macro di quello che è possibile ottenere in micro, e per micro intendiamo l’azienda, la tua azienda.
Cambiare il modo di pensare l’azienda riorganizzandone il modo di pensare e conseguentemente di agire con un approccio lean.
Il Lean Thinking tradotto: Pensare Snello, è un modo di pensare all’operatività aziendale, è applicabile in qualunque settore e ambiente lavorativo per potenziarne l’efficienza produttiva ed eliminare gli sprechi. Una strategia che oltre al miglioramento produttivo guarda anche al fattore umano. Ne deriva che l’intera azienda viene coinvolta, dalla progettazione alla gestione degli ordini, dalla produzione alla gestione intelligente del magazzino, riducendo drasticamente se non eliminando completamente gli sprechi.

L'organizzazione efficiente

L’applicazione della tecnica Lean per ridurre gli sprechi segue il metodo 5Esse perché:

è trasferibile ad ogni settore industriale (dalla raffinazione del petrolio all’assemblaggio di computer)
è in grado di bilanciare gli aspetti tecnologici e quelli comportamentali 
è scalabile dalla singola macchina all’intera filiera di supply chain
è un modo per coinvolgere gradualmente il personale operativo su argomenti di pratico interesse 
è propedeutico a strumenti più sofisticati relativi alla gestione della manutenzione (TQM), della logistica industriale (sistemi pull/flow) o della programmazione della produzione.

Con questo metodo potrai:

Organizzare ogni area di lavoro mantenendo solo gli oggetti (strumenti, materiali, utensili, attrezzi) essenziali, dando loro una chiara collocazione e preservando la postazione da ogni inquinante (polveri, trucioli, cascami ma anche informazioni non veritiere o istruzioni superate)

Fissare delle regole comuni per conservare i risultati raggiunti in termini di ordine e pulizia
Agire in modo coordinato per rivedere e migliorare le condizioni ottenute.

Con la riduzione degli sprechi misurerai il tuo successo in termini di:

SICUREZZA
EFFICENZA
QUALITÀ
SERVIZI
La buona gestione economica

Alla tua azienda serve un sistema coerente di rilevazione contabile, finalizzato alla determinazione del risultato di periodo e del capitale di funzionamento. La quantificazione dei fenomeni aziendali è affidata a sistemi di rilevazione non convenzionali di cui l’azienda si deve opportunamente dotare:

Analisi dei costi e sistemi per la determinazione dei prezzi
Sistemi di contabilità industriale

Analisi dei costi e sistemi per la determinazione dei prezzi

Come imprenditore, sai benissimo che dall’applicazione dei sistemi di contabilità industriale è possibile rilevare in tempi infinitesimali grandezze di costo che altrimenti risulterebbero invisibili. Sai anche che costi visibili, invisibili, diretti, indiretti, fissi, variabili, presenti, passati e futuri, costituiscono un mix che deve essere opportunamente ponderato per la corretta determinazione del prezzo di vendita del prodotto/servizio. Come utilizzare questi dati?

Rispetto alle tradizionali teorie che basano sul venduto la copertura dei costi adottiamo una nuova prassi operativa secondo la quale è il tempo alla base della copertura dei costi.

Predisporremo insieme cruscotti dedicati alla preventivazione che ti consentiranno la massima libertà di trattazione con i clienti e sarà il “sistema” ad occuparsi della vastità di parametri da tenere in considerazione e la naturale complessità del calcolo del prezzo di vendita. Grazie a questo metodo il processo decisionale si completa senza sprechi di tempo e con razionalità.

Sistemi di contabilità industriale

Da sempre la PMI concentra il proprio bagaglio informativo intorno alla contabilità generale, ma se non dedichi la giusta attenzione al patrimonio di informazioni contenuto nei dati non contabili commetti un grave errore e ti ritroverai senza le informazioni per competere con la concorrenza.
Studieremo e creeremo sistemi di misurazione specifici per raccogliere informazioni sui processi produttivi, commerciali ed organizzativi, che per loro natura non originano alcun flusso rilevabile dal processo contabile.
Attraverso semplici sistemi di meccanizzazione per la memorizzazione e l’elaborazione di questi dati ti sarà possibile estrapolare importantissime informazioni di carattere tecnico ed economico che, opportunamente rielaborate ed interpretate, costituiranno un supporto di indiscusso valore per la razionale gestione della tua impresa.

La buona gestione finanziaria

Mentre la disciplina fiscale ha lo scopo di determinare le imposte d’esercizio, dato che di sicuro ti interessa, devi comunque tenere in considerazione la finanza. L’eccessivo ricorso alle forme di finanziamento e l’aumento dei rapporti insolventi con gli intermediari finanziari a cui si è assistito negli ultimi anni hanno messo in luce la scarsa cultura finanziaria della PMI italiana. Non puoi permetterti di non avere sotto controllo:

La revisione e la gestione dei rapporti con gli intermediari finanziari
L’analisi e il rating bancario
La ricerca di strumenti di finanza agevolata
La gestione finanziaria di posizioni debitorie problematiche

Revisione dei rapporti con gli intermediari finanziari

La recente normativa ha portato gli intermediari finanziari a limitare il ricorso alle commissioni sugli scoperti di conto. Nel silenzio più generale ciò ha comportato la nascita di varie commissioni e oneri sostitutivi per tentare di recuperare i margini di redditività persa.
Chi ne fa le spese è come al solito la tua azienda che giorno dopo giorno vede aumentare il vessante costo del denaro. La quasi totalità delle volte questo aumento non è dichiarato se non addirittura volutamente occultato.
Attraverso un’analisi delle spese bancarie mediante l’attenta disamina degli estratti conto si riesce a capire a quanto veramente ammonta l’incidenza del costo del denaro.
Devi assolutamente dedicare attenzione alla contrattualistica bancaria! L’alternativa è un costo del denaro inaspettato. Dalla corretta comprensione del costo bancario può iniziare un processo di risparmio che, al lato pratico, ti può fruttare parecchie migliaia di Euro.

Analisi del rating bancario

Il rapporto con gli intermediari finanziari si basa su un punteggio che genera un rating. La consistenza del tuo patrimonio, la redditività della tua azienda, lo storico del conto corrente e l’andamento di centrale rischi sono grandezze sulla base delle quali ti viene assegnato un punteggio. Conoscere come queste grandezze influiscono sul rating diventa quindi un elemento indispensabile per gestire il rapporto con le tue banche.
Tali conoscenze devono essere finalizzate alla comprensione di quanta disponibilità di affidamenti può essere ottenuta e a che costo.
Data la ormai necessaria presenza degli intermediari finanziari nel processo di evoluzione industriale non si può più prescindere dalla comprensione e dal controllo del rating aziendale quale presupposto per un proficuo e duraturo rapporto di collaborazione.

Ricerca di strumenti di finanza agevolata

Per finanziare nuovi investimenti, sfrutta le tante agevolazioni finanziarie previste dalle leggi regionali, nazionali e comunitarie.
Le opportunità non mancano, basta saperle cogliere! La ricerca delle soluzioni e la complessità delle applicazioni spesse volte fungono da deterrente ma grazie a noi le occasioni proposte dal mercato si tramuteranno in opportunità.

Gestione finanziaria di posizioni debitorie problematiche

I rapporti debitori problematici non hanno origine in situazioni finanziarie fuori controllo, che tuttavia ne costituiscono l’evidente conseguenza, bensì in un presidio poco accurato della redditività aziendale a sua volta generata da poca attenzione o impotenza di fronte alle problematiche commerciali.
Una soluzione strutturata per risolvere i problemi relativi a situazioni debitorie problematiche ha il suo fondamento nell’analisi dei modelli e dei comportamenti commerciali che applichi nella tua azienda, oltre che nella negoziazione dei rapporti debitori con le parti creditrici. Elemento fondamentale in un periodo di crisi è che tu, se pur vessato dai debiti, non interrompa mai il dialogo costruttivo con le parti creditrici.
Di tutto questo ce ne occupiamo noi perchè tu devi rimanere concentrato sulle dinamiche principali del lavoro mettendo in discussione, là dove necessario, i tuoi atteggiamenti e i tuoi comportamenti al fine di permettere il risanamento progressivo dell’azienda.